C’era una volta …

GUARDA

VEDI

OLTRE LE APPARENZE

FAI

Come nella più bella delle favole, anche noi eravamo alla ricerca della casa dei sogni e, quando nell’ottobre 2008 un’agente immobiliare mi inviò le foto di una vecchia casa rurale, fu subito un tonfo al cuore. Fu proprio così, perché questa secolare casa di campagna, segnata solo superficialmente dal tempo ma non nella sua sostanza, mantenne tutte le sue promesse!
Solo gradualmente avremmo capito quanto fosse forte ma, appena iniziate le trattative per l’acquisto, ci venne istintivo darle un nome. In onore del Santo del luogo la battezzammo con un nome altisonante “Château du Domain du Mont Saint-Martin” o, per gli intimi, semplicemente “Martina”.

Durante le settimane intercorse per le trattative (novembre inoltrato) piovve a dirotto e anche nei mesi successivi. Tornavo sistematicamente a guardarla e l’unica cosa a cui guardavo, era il livello dell’acqua per capire se la casa potesse essere soggetta ad allegamenti ma lei no, era come l’olio che galleggia sopra ogni cosa. Arrivò la primavera e ben presto, diradate le nuvole invernali, mi resi conto della bellezza in cui era immersa: una campagna bucolica e pacata, intramezzata da poche costruzioni, per fortuna quasi nessuna troppo recente, con poche fonti di inquinamento luminoso notturno (ormai una rarità!), uno scenario fatto di tramonti e albe mozzafiato, cieli stellati e culla di infiniti arcobaleni ad agosto…

Altri sogni si misero in fila, desiderosi di essere avverati: il mio compagno di allora, M.Z., appassionato sommelier, cercava una sede dove tenere i suoi corsi mentre io, Raffaela, appassionata di cucina, di giardinaggio e tanto altro, cercavo un posto dove dare spazio alle mie passioni e scoprirne di nuove...

Continua nel capitolo "Il passato"

***

A tutela della sicurezza interna, i locali comuni sono monitorati ininterrottamente tramite un impianto di registrazione video.

È disponibile una copertura gratuita Wi-Fi ma NON abbiamo la televisione!